Scorri la pagina

In mostra

Esplora

Shop online

Esplora

Arte pubblica

Esplora

Tour

Esplora

Eventi

Esplora

Home

Uovo alla Pop nasce del 2017 come collettivo informale che prende forma dall’aggregazione di 4 professioniste in diversi ambiti lavorativi.
Valeria Aretusi, Giulia Bernini, Viola Barbara, Libera Capezzone.
Dall’architettura al design, dalla scrittura al turismo le quattro creative strutturano insieme l’Uovo’, ognuna declinando nel proprio ambito di esperienza; si vedono così progetti sociali, artistici e di rigenerazione urbana in particolare in ambito street art.
Dopo i primi mesi il collettivo si formalizza ed inizia ad operare nel proprio quartiere grazie alla vincita del progetto della Regione Toscana ‘Sicurezza Garibaldi’: apertura della temporary gallery in piazza Garibaldi a Livorno.
Uovo alla Pop si origina da uno spazio pop-up in un quartiere fragile e composito con l’idea sperimentale ad ampio raggio di rigenerazione urbana e commerciale.
Gradualmente, e visto il nuovo spazio come accentratore, il quartiere diventa fulcro della street art e simbolo fattivo di rinnovamento creativo; Uovo ospita artisti e critici di fama nazionale e internazionale, il grande start con una collettiva di 50 nomi.
Parete Aperta è il progetto di novembre 2017 sostenuto dalla Regione Toscana e Confesercenti Livorno: ha inizio con le saracinesche d’autore-‘una parete’ sulla strada per raccontare con pittura e parole le storie inventate delle persone del posto- e continua con una crowd-funding per realizzare un festival di arte urbana diffuso.
Ecco che appaiono i primi grandi murales: da Gio Pistone -la Diana in Via dei Passaponti per dare vita al centro anziani- fino a quello Ligama, Quando manca l’aria, la Jeanne Modigliani di Via Pompilia; inoltre mostre e interventi di Blub, Clet, Exit Enter, Mart, Ache 77, Valentina Restivo.
Nel 2018 l’associazione cambia sede e si ingrandisce con galleria-co-working, sugli Scali delle Cantine, una collocazione strategica che collega i quartieri Garibaldi Pontino e Venezia.
Uno spazio espositivo che comprende un open space con uno studio per le residenze d’artista.
Si susseguiranno una serie innumerevoli di mostre.
Nel 2019 Inizia il percorso di street art per la disabilità, il progetto è in collaborazione con la Casa famiglia Emilio Cagidiaco dell’OAMI coordinata da Pier Giorgio Curti, specialista in disabilità intellettive. Al 2021, Ronzinanti il murale di Oblo negli spazi della struttura, la redazione di un catalogo e percorsi laboratoriali.
Lo stesso iter che vedrà la collaborazione tra Uovo alla Pop e C.U.H e la Coperativa San Benedetto.
Portare la street art a contatto con la disabilità e le dipendenze, stimolando valori quali la partecipazione, l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva.
Si promuovono inoltre tour “esperienziali” avvalendosi della realtà aumentata e di applicazioni create ad hoc. Il tutto sfocia nell’invenzione di Guide dal Ventana, gruppo e pagina virtuali per mettere in connessione le guide turistiche durante la pandemia e rendere condivisibile con tutti
l’amore e la profonda conoscenza del patrimonio artistico e culturale.
Proseguono la collaborazione con la fondazione Trossi Uberti: laboratori di street art per bambini e gli interventi murari in città ( Mart e il Mare, Non-Gioconda, Pesce Specifico) e fuori sede (C.A.S.A a San Romano, A Tutto Tondo a Riparbella ).
Wonderwall è un progetto di rigenerazione urbana, un tour a tappe, format itinerante ideato per connettere arte, turismo, comunità e spazio urbano vincitore RU 2019 Regione Toscana.
In ultimis Fiori di Glicine un murale in collaborazione con Lions Club e Banca di Castagneto Carducci, artista Ligama.
In occasione del trentesimo anniversario della strage del traghetto Moby Prince, l’associazione culturale Effetto Collaterale lancia, insieme al collettivo Uovo alla Pop, la call di arte pubblica 140×140. Una chiamata alla cittadinanza per tenere viva la memoria delle 140, un evento di
affissione cittadina.
Al momento molti progetti in progress tra cui interventi artistici durante Effetto Venezia e una nuova collaborazione con il Lions club e il Mascagni Festival.